domenica 27 luglio 2014

Manifesto

Dovremmo essere folli, non pazzi. Ovvero, diversamente normali. Rimuoveremmo in un solo istante la maggior parte dei conflitti dentro e fuori di noi se prendessimo coscienza della nostra reale natura e smettessimo di cercare di assomigliare all'idea di normalità impostaci: disobbedienti nei confronti dei dogmi, ma ubbidienti al nostro piano originario.
 
Massimiliano Cerreto

P.S. Non il primo, ma per me il più importante dei semi di follia.