venerdì 1 agosto 2014

La meraviglia

Della realtà e del filo che ci tiene legati ad essa

La cosa più bella che possa accadere ad un artista non è trovare l'ispirazione. Ogni cosa è già ai suoi occhi un simbolo, qualcosa da interpretare, con la mente o con il cuore, forse entrambi. Il suo desiderio più grande non è astrarsi dalla realtà, ma coglierne il senso. E quanto più esso sembra lontano, tanto più gli cresce dentro la frustrazione.

Chi ha il talento, la tecnica, e gli strumenti necessari alla creazione, può trasformare questo dolore in qualcosa di sublime e sublimato. Agli altri, e sono la maggioranza, rimane il senso di inadeguatezza alla vita, quella vera, vissuta sporcandosi le mani di lacrime e sudore. Perché la meraviglia, per un artista e anche per tutti gli altri, è la vita stessa. Ed è straordinario incontrare qualcuno che, come il filo per un palloncino, non ci faccia volare via, troppo lontano.

Massimiliano Cerreto


P.S. Sono una persona emotiva che comprende la vita solo poeticamente, musicalmente, nella quale i sentimenti sono molto più forti di qualsiasi ragione. Sono così assetata di meraviglia che solo lo straordinario ha potere di su me. Tutto ciò che non riesco a trasformare in qualcosa di straordinario, lo lascio andare. (Anais Nin) 


(Rufus Wainwright, Across The Universe)